Dacia Maraini

 

Domenica 12 settembre 2021, ore 15

Tempio valdese, via Beckwith 4, Torre Pellice (To)

DACIA MARAINI | Assegnazione della cittadinanza onoraria

Nell’edizione 2021 di UNA TORRE DI LIBRI il Comune di Torre Pellice assegna la cittadinanza onoraria a una grandissima intellettuale italiana: Dacia Maraini. Non bastano poche righe per riassumere un’esistenza fuori dall’ordinario, fin dalla sua nascita. Antica famiglia siciliana per parte di madre, il padre, Fosco Maraini, è un grande etnologo ed è autore di i libri sul Tibet e sull’Estremo Oriente. Nel corso della sua vita Dacia incontra Alberto Moravia: i due vivranno insieme fino ai primi anni Ottanta. Fondatrice di teatri e riviste, estremamente prolifica, è autrice di numerosissimi romanzi, racconti, opere teatrali, poesie e saggi, tradotti in tutto il mondo. Nel 1990 ha vinto il Premio Campiello con “La lunga vita di Marianna Ucrìa” e nel 1999 il Premio Strega con “Buio”. Tra i suoi ultimi libri, “Corpo felice” (2018) e “Trio” (2020). La conversazione con Dacia Maraini è condotta da Antonella Parigi.

L’incontro con Dacia Maraini, gratuito e senza obbligo di prenotazione, si terrà anche in caso di maltempo. Green Pass obbligatorio e posti limitati. Accesso possibile mezz’ora prima dell’evento.

 

Ricordiamo anche gli appuntamenti di sabato 11 settembre:

Galleria Civica F. Scroppo, via R. D’Azeglio 10

Ore 15

Gustavo MalanIl gergo dei canapini di Crissolo

Sono in molti a conoscere l’esperienza partigiana e politica di Gustavo Malan, che aderì alle prime formazioni partigiane della val Pellice, militò nel Partito d’azione e fu uno dei padri della Carta di Chivasso per poi fondare, nel 1952 a Torino, l’Istituto italiano di studi europei. Meno conosciuta è la sua passione per la lingua e la cultura occitane: a presentare il nuovo libro che raccoglie parte della sua tesi di laurea dedicata al patois e basata su dati raccolti negli anni ’40 intervistando alcuni degli ultimi gerganti di Crissolo, saranno i curatori Gianpiero Boschero, Aline Pons e Matteo Rivoira. Introduce Giulio Giordano, ex partigiano e presidente della sezione Anpi Val Pellice.

Ore 17

NARRARE LA STORIA. A 300 anni DALLA MORTE DI HENRI ARNAUD

Una conversazione a più voci tra Davide Rosso, direttore della Fondazione Centro Culturale Valdese e autore di “Henri Arnaud: immagini di un valdese non valdese” (Claudiana, 2021), e Andrea Tridico, autore de “Il Sentiero” (2021), romanzo a fumetti nel quale si alternano le storie di un ragazzo ivoriano giunto oggi in val Pellice e quella dell’esilio dei valdesi nel XVII secolo. Gli autori parlano con Bruna Peyrot, presidente della Fondazione Centro Culturale Valdese, e Massimo Gnone, del festival Una Torre di Libri e della libreria Claudiana di Torre Pellice, di come la storia possa diventare narrazione e trovare nuovi appassionati. Un evento in collaborazione con la Fondazione Centro Culturale Valdese nell’ambito del ciclo di eventi “Storie per la Storia”.