Il programma

UNA TORRE DI LIBRI 2020
Casa valdese, via Beckwith 2 Torre Pellice (To) 

21-23 agosto 2020 – XIII edizione 


Tredicesima edizione per il festival di Torre Pellice che, causa COVID-19, cambia location, date e formato (più corto e molto denso), ma rinnova l’intento di proporre un programma di grande letteratura con forti inserti di musica e teatro: 14 eventi gratuiti condensati in 3 giorni. Un festival tutto “in presenza”, ma i cui appuntamenti principali saranno disponibili online e in diretta, con la sfida di confermare storia e successo della manifestazione.

VENERDI’ 21 AGOSTO

ore 21: Samuel (from Subsonica) in concerto – Golfo Mistico live (SOLD OUT – POSTI ESAURITI)

AGGIORNAMENTO – @SamuelUfficiale: “Un membro dello staff del #GolfoMisticoLive ha un po’ di febbre da qualche giorno. In attesa dell’esito degli accertamenti, e per precauzione, siamo in auto-quarantena e dobbiamo sospendere gli appuntamenti di questo weekend. Vi aggiorneremo appena possibile sulle nuove date”

Venerdi 21 agosto il concerto di Samuel a UNA TORRE DI LIBRI non ci sarà.

Si recupera domenica 30 agosto!!! Tutte le INFO QUI!

SABATO 22 AGOSTO

ore 11: Lorenzo Tibaldo – Il pensiero resistente. L’obbedienza non è (sempre) una virtù
Un invito al pensiero resistente, momento fondativo di un diverso modo di ragionare, di vivere, che dia senso all’esistenza. Il messaggio è quello di non omologarsi al pensiero pervasivo, attraverso l’esperienza di otto giusti: Socrate, Giordano Bruno, Giovanni Minzoni, Giacomo Matteotti, Sophie Scholl, Dietrich Bonhoeffer, Pavel Florenskij e Oscar Romero. Pagine che invitano a riflettere, ad avere coraggio nel rifiutare di adeguarsi e, soprattutto, a spendersi per la giustizia e la libertà.

 
ore 14,30: Gianbattista Rigoni Stern – Ti ho sconfitto felce aquilina. Il racconto della transumanza della pace da Asiago e val Rendena a Srebrenica. Partecipa Ada Cavazzani, Università della Calabria. Un evento in collaborazione con Riforma
«Uno sforzo enorme. Come solo certi volontari dal cuore grande riescono a compiere, tenendo duro per anni tra mille difficoltà» (Gian Antonio Stella, Corriere della Sera). A venticinque anni dalla strage di Srebrenica, dove nel luglio 1995 i serbi del generale Ratko Mladic uccisero ottomila civili bosniaci musulmani, il figlio dello scrittore Mario Rigoni Stern narra l’esperienza umanitaria in Bosnia nel suo libro “Ti ho sconfitto felce aquilina. Il racconto della transumanza della pace da Asiago e Val Rendena a Srebrenica”.

ore 15,30: Davide Mattiello – Se vince la mafia
«Un libro di speranza, che ci arriva dal futuro per raccontarci il nostro presente» (Il Fatto Quotidiano). «Mattiello avverte, con un elegante fil di voce, che l’anno 2112, nell’evoluzione subdola degli accadimenti silenziosi e tollerati, può non essere tanto lontano» (Marzia Sabella, procuratrice aggiunta di Palermo). Già membro dell’ufficio di presidenza di Libera e parlamentare fra il 2013 e il 2018, oggi l’autore è presidente della fondazione Benvenuti in Italia e consulente della Commissione bicamerale antimafia.


ore 16,30: Sarah Savioli – Gli insospettabili 
Anna ha quarant’anni, un bimbo, un marito, un gatto, un ficus, e con tutti loro ama chiacchierare vivacemente. La sua vita scorre infatti come ogni altra, se non fosse che Anna può comunicare con piante e animali. La sua capacità le regala un inaspettato impiego: diventa collaboratrice della squadra del burbero investigatore privato Cantoni… Primo romanzo di Sarah Savioli, è subito entrato in classifica. Anna è una delle investigatrici più insolite, divertenti e stralunate della commedia gialla nostrana.

L’evento previsto alle ore 18 con Philippe Claudel è annullato.


ore 21: Fabio Geda e Enaiatollah Akbari – Storia di un figlio. Andata e ritorno  (SOLD OUT – POSTI ESAURITI)

“Nel mare ci sono i coccodrilli”, bestseller amato in tutto il mondo, termina nel 2008, quando Enaiat parla al telefono con la madre per la prima volta dopo il viaggio che dall’Afghanistan l’ha condotto in Italia, a Torino. Ma cosa è successo alla sua famiglia prima di quella telefonata? In quali modi è rimasta coinvolta dalla “guerra al terrore” iniziata nel 2001? E com’è cambiata la loro vita e quella di Enaiat da quando si sono ritrovati fino a oggi, al 2020? 

ore 22,15: Luca De Antonis – Koala Killers
«Vedi, quale che sia la forza delle nostre scelte, è sempre il destino a guidarci, o il caso, chiamalo come vuoi. A volte la nostra stessa felicità si basa sugli errori commessi nel passato. A volte, per conquistare un tassello della nostra vita, ne dobbiamo perdere un altro. Solo alla fine potremo giudicare quanti ne avremo ancora in mano.» Un romanzo che nasce come amarcord di un bambino solitario che cresce con aspettative sproporzionate rispetto a ciò che può offrire il paesino della Bonifica Ferrarese in cui è nato. Una presentazione musicale tutta da scoprire.

DOMENICA 23 AGOSTO


ore 11: Brunetto Salvarani e Odo Semellini – Il vangelo secondo Tex Willer. Partecipa Paolo Naso
Dopo il volume, sempre pubblicato da Claudiana, dedicato a Leonard Cohen, gli autori si mettono alla ricerca degli elementi etici e religiosi presenti in uno degli eroi più longevi del fumetto italiano, il cowboy Tex Willer, ranger abilissimo nel maneggiare la Colt, amico dei pellerossa e avversario di ogni ingiustizia.

ore 14,30: Alessandro Giacone e Mimmo Franzinelli – 1960. L’Italia sull’orlo della guerra civile
Il 1960 è una data cruciale nella storia politica italiana del secondo dopoguerra: mentre il cinema vive il suo periodo d’oro (escono Rocco e i suoi fratelli di Visconti e La dolce vita di Fellini), il «miracolo economico» è al suo culmine e Roma ospita le Olimpiadi, il Paese attraversa la peggiore crisi istituzionale dalla nascita della Repubblica. Ma che cosa accadde di così tragico in quell’anno? Un libro denso e appassionante che, sessant’anni dopo, ricostruisce quei drammatici giorni. 

ore 15,30: Enrico Camanni – Una coperta di neve
Molti credono che sia soffice e bianca, ma quando si è sommersi sotto di lei, la neve è nera come la notte. Lo sa bene Nanni Settembrini, capo del Soccorso alpino, che delle valanghe ha imparato una cosa: sono un capriccio di neve senza spiegazione, ed evitarle è questione di secondi. Enrico Camanni, alpinista come il suo protagonista, costruisce un giallo di montagna impeccabile, dove gli elementi del genere – l’indagine, la suspense, i colpi di scena – acquistano una forza inedita grazie a un’ambientazione spogliata da facili stereotipi.


ore 16,30: Esperance Hakuzwimana Ripanti – E poi basta. Manifesto di una donna nera italiana
Dopo una vita trascorsa a rispondere alle curiosità altrui, sulle sue origini, sulla sua pelle, sulle sue opinioni, l’autrice si serve della scrittura come strumento per riappropriarsi del suo spazio e rivelarsi – a modo suo, nei suoi termini, alle sue condizioni. Una biografia, una ballata, un manifesto: la storia della sua lotta contro i pregiudizi. Nata in Ruanda nel 1991 e cresciuta in provincia di Brescia, la scrittrice e attivista culturale ha compiuto gli studi universitari tra Trento e Bologna e ha frequentato la Scuola Holden di Torino. 


ore 18: Matteo Saudino – La filosofia non è una barba
Per l’ideatore di BarbaSophia, il canale YouTube di lezioni di filosofia e storia più seguito d’Italia e da vent’anni professore presso i licei torinesi, morire è l’atto più filosofico del nostro vivere. Partendo dal racconto delle memorabili morti di quindici grandi filosofi, Matteo Saudino svela lo stretto legame che intreccia vita e pensiero: ecco quindi che nella loro fine ritroviamo l’essenza del loro sistema filosofico, che ci appare inaspettatamente logico, lineare e, soprattutto, indimenticabile.

ore 21: Odisseo, l’emigrante. Un monologo di e con Giuseppe Cederna (SOLD OUT – POSTI ESAURITI)

Da un’idea di Sergio Maifredi.
Sui concetti di “accoglienza” e di “stranieri” è incentrato il viaggio di Odisseo, migrante mediterraneo, il primo raccontato dalla letteratura, sulla via del ritorno. Una riflessione sull’accoglienza antica dello straniero e la dichiarazione d’amore più bella del mondo per il Mediterraneo come mare della vicinanza, degli incontri e degli scambi tra i popoli. È Kastellorizo, l’isola di “Mediterraneo”, e, 25 anni dopo il premio Oscar, anche il racconto del ritorno nell’isola di Giuseppe Cederna, nel film di Gabriele Salvatores il soldato Antonio Farina, follemente innamorato di una prostituta.


Logistica

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito e si terranno presso la Casa Valdese di via Beckwith 2, a Torre Pellice. La prenotazione è obbligatoria per il concerto di Samuel, la presentazione con Fabio Geda e Enaiatollah Akbari e lo spettacolo di Giuseppe Cederna. I tre eventi sono sold out (posti esauriti).

Per gli altri eventi i posti disponibili sono limitati. Si consiglia di venire in anticipo agli eventi pomeridiani a partire dalle 14. Mascherina obbligatoria. In loco saranno comunicate le prescrizioni Covid-19 e verrà misurata la temperatura all’ingresso.

 
Il festival del Comune di Torre Pellice è organizzato dalla Libreria Claudiana di Torre Pellice e dall’associazione Diversi Sguardi, in stretta collaborazione con diverse realtà del territorio e non. In particolare: Tavola Valdese, Diaconia Valdese, Riforma-L’eco delle Valli valdesi, Radio Beckwith, Claudiana editrice. Il progetto culturale riceve il sostegno dell’Otto per mille della Chiesa Valdese. 


Info e segreteria organizzativa: Libreria Claudiana – Piazza Libertà 7 – TORRE PELLICE (To) 

tel. 012191422 – unatorredilibri@gmail.com

www.facebook.com/UnaTorreDiLibri

Ufficio stampa: 3387373268 – 3358212401