Il programma

UNA TORRE DI LIBRI 2021

Torre Pellice (To) | 27-29 agosto e 11-12 settembre 2021

XIV edizione – Giardino della Casa valdese, via Beckwith 2

Dal 6 agosto 2021 (Decreto Legge n. 105 del 23/07/2021), il “Green Pass” è necessario per accedere a tutti gli eventi, sia al chiuso che all’aperto. Tutti gli eventi di UNA TORRE DI LIBRI 2021 sono ad accesso gratuito e non richiedono una prenotazione. La disponibilità dei posti è limitata: l’accesso sarà possibile mezz’ora prima dell’inizio di ciascun evento.

Venerdi 27 agosto

Ore 18

Inaugurazione del festival

ERALDO AFFINATI

L’edizione 2021 del festival si apre con uno scrittore e insegnante fra i più sensibili ai temi etici: Eraldo Affinati. I suoi titoli più famosi: “La città dei ragazzi” (2008), “Elogio del ripetente” (2013) e “L’uomo del futuro. Sulle strade di don Lorenzo Milani” (2016). Insieme alla moglie, ha fondato la Penny Wirton, una scuola gratuita di italiano per immigrati. Fra le sue opere anche un ritratto del teologo Dietrich Bonhoeffer. Per I Meridiani ha curato l’edizione completa delle opere di Mario Rigoni Stern. Al festival presenterà in anteprima il suo nuovo romanzo, “Il Vangelo degli angeli”. Con lui dialoga Alberto Corsani, direttore del settimanale “Riforma”.

Ore 21

FRANCO ARMINIO | Una serata di dialogo e poesia

Un evento imperdibile che è incontro poetico ed esistenziale. In cima alle classifiche dei libri più venduti, Franco Arminio nasce e vive a Bisaccia, in Irpinia d’Oriente, e ha pubblicato molti libri, che hanno raggiunto decine di migliaia di lettori. Da anni viaggia e scrive, in cerca di meraviglia e in difesa dei piccoli paesi: è ispiratore e punto di riferimento di molte azioni contro lo spopolamento dell’Italia interna. Ha ideato e porta avanti la Casa della paesologia a Bisaccia e il festival “La luna e i calanchi” ad Aliano. Il suo ultimo libro è “Lettera a chi non c’era. Parola dalle terre mosse” (2021).

Sabato 28 agosto

Ore 15,30

CHIARA BONGIOVANNI | Maschi e murmaski

Una libreria di Parigi molto originale, con il più improbabile dei motti: “Leggere non serve a niente”. Un’appassionata libraia animalista fissata con i murmaski (che cosa sono? venite a scoprirlo!). Un cliente misterioso che è il suo esatto opposto. Chiara Bongiovanni vive a Torino. Per Feltrinelli, nel 2021 pubblica “Maschi e murmaski”, il suo romanzo di debutto. Con l’autrice chiacchiera Gabriella Ballesio, responsabile dell’Archivio della Società di Studi valdesi.

Ore 16,30

PIETRO DEL SOLDÀ | Non solo di cose d’amore

Che si parli di bellezza o di virtù, di verità o di menzogne, di democrazia o di tirannia, ogni cosa per Socrate è una «cosa d’amore», non nel senso romantico e privato che in genere attribuiamo al termine, ma in uno molto più ampio. Pietro Del Soldà è autore e conduttore di “Tutta la città ne parla”, il programma di Rai Radio3 che approfondisce ogni giorno un tema d’attualità. Dottore di ricerca in filosofia all’Università Ca’Foscari di Venezia, ha pubblicato numerosi libri e per la sua attività radiofonica gli è stato assegnato il premio Flaiano 2018. “Non solo di cose d’amore. Noi, Socrate e la ricerca della felicità” è il suo ultimo libro.

Ore 18

VIVIAN LAMARQUE

Scrittrice e poetessa molto amata, Vivian Lamarque è nata a Tesero (Trento), ma forse non tutti conoscono le sue origini valdesi. Tra i suoi numerosi libri: “Teresino” (1981, Premio Viareggio Opera Prima), “Il Signore degli Spaventati” (1992, Premio Montale), “Poesie per un gatto” (2007), “Madre d’inverno” (2016) e “Il signore d’oro” (2020). Scrive anche per bambini e ragazzi e ha vinto il Premio Rodari nel 1997 e il Premio Andersen nel 2000. Ha tradotto Valéry, Baudelaire, Prévert, La Fontaine, Céline, Grimm e Wilde. Con Vivian Lamarque si confrontano Bruna Peyrot e Sabina Baral.

Ore 21

PHILIPPE CLAUDEL

Torna a farci visita un autore francese di profilo internazionale. Philippe Claudel è nato nel 1962 in Lorena, dove vive. Affermato scrittore e sceneggiatore, nel 2003 ha raggiunto il successo internazionale con “Le anime grigie”, che è stato tradotto in trenta paesi e ha vinto il Prix Renaudot. Con “Il Rapporto” (2008) ha vinto il Goncourt des Lycéens nel 2007. Nel 2008 ha esordito come regista cinematografico con il film “Ti amerò per sempre”, replicando nel 2011 con “Tous les soleils”, con protagonista Neri Marcorè e Stefano Accorsi. Il suo ultimo romanzo pubblicato in Italia è “L’arcipelago del cane” (2019).

Ore 22

BANDAKADABRA & Mr T-BONE in concerto

Un’iniezione di ritmo per uno show istrionico. “Ok, boomer” è il nuovo progetto della Bandakadabra in collaborazione con Mr T-Bone, storico trombonista dei Blue Beaters e degli Africa Unite, oltre che voce strepitosa. Dai Daft Punk a Billie Eilish, passando per Bruno Mars e i Radiohead, lo spettacolo è una rilettura di grandi successi internazionali in chiave dixie e swing anni trenta.

Luigi “T-bone” De Gaspari – voice & trombone; Andrea Brondolo – snare drum; Gabriele Cappello – sax alto; Gipo Di Napoli – base drum & washboard; Gabriele Ferian – guitar; Giorgio Giovannini – trombone; Giulio Piola – trumpet; Filippo Ruà – sousaphone; Vito Scavo – trombone.

Domenica 29 agosto

Ore 11,30

SIMONETTA AGNELLO HORNBY

La nostra amatissima Simonetta ritorna a Torre Pellice! Nata a Palermo, vive dal 1972 a Londra ed è cittadina italiana e britannica. Laureata in giurisprudenza, ha esercitato la professione di avvocato aprendo a Brixton lo studio legale “Hornby&Levy” specializzato in diritto di famiglia e minori. “La Mennulara”, il suo primo libro, pubblicato nel 2002 è stato tradotto in tutto il mondo. Da allora ha pubblicato numerosi romanzi, che solo in Italia hanno venduto più di un milione di copie, tra cui: “La zia Marchesa” (2004), “Boccamurata” (2007), “Il veleno dell’oleandro”(2013). “Caffè amaro” (2016) e “Piano nobile” (2020).

L’evento con Paolo Nori (“Sanguina ancora. L’incredibile vita di Fëdor M. Dostojevskij“) delle 15,30 è annullato.

Ore 16,30

SIMONA BALDELLI | Alfonsina e la strada

Alfonsina Strada è la ciclista che per prima sfidò il maschilismo sportivo partecipando, unica donna, al Giro d’Italia del 1924. Simona Baldelli ha trovato la voce per trasformare la sua epopea in un romanzo (Sellerio, 2021) attento alle verità della Storia. Nelle sue pagine Alfonsina prende vita e ci mostra il ritratto di una donna che mai volle porsi dei limiti. Simona Baldelli è nata a Pesaro e vive a Roma. Ha scritto diversi romanzi, tra cui il suo esordio, “Evelina e le fate” (2013), finalista al Premio Italo Calvino e vincitore del Premio Letterario John Fante, “Vicolo dell’Immaginario” (2019) e “Fiaba di Natale. Il sorprendente viaggio dell’Uomo dell’aria” (2020). Dialoga con l’autrice Luciano Kovacs.

Ore 18

PIERGIORGIO PULIXI | Un colpo al cuore

L’indagine sul caso che sta scuotendo l’Italia è affidata al vicequestore Vito Strega, esperto di psicologia e filosofia, tormentato criminologo dall’intuito infallibile, avvezzo alla seduzione del Male. Lo affiancano le ispettrici Mara Rais ed Eva Croce. Tra la Sardegna e Milano, i tre poliziotti dovranno mettere in gioco tutto per affrontare un imprendibile nemico dai mille volti e misurarsi ciascuno con i fantasmi del proprio passato. Nato a Cagliari nel 1982, Pulixi vive a Londra. Tra i molti romanzi, ha pubblicato “Perdas de Fogu” (2008) e la serie poliziesca iniziata con “Una brutta storia” (2012) e “La notte delle pantere” (2014). “Un colpo al cuore” (Rizzoli 2021) è il suo ultimo libro.

Ore 21

Gli adulti non esistono

Uno spettacolo di e con ENRICA TESIO e MAURO “MAO” GURLINO

“Gli adulti non esistono” racconta tra parole e musica quella strana forma di adolescenza di ritorno che è la “quarantolescenza”, il ritrovarsi grandi, ma non adulti fino in fondo. Non uno spettacolo ma quasi una seduta di autoanalisi collettiva. Si ride, ci si commuove, si va via contenti. Enrica Tesio, scrittrice e blogger torinese, ha pubblicato “La verità, vi spiego, sull’amore” (2015),“Dodici ricordi e un segreto” (2017) e “Filastorta d’amore – Rime fragili per donne resistenti (2019). Mao, nome d’arte di Mauro Gurlino, cantautore, chitarrista, conduttore e attore torinese, ha raggiunto la notorietà nel ruolo di leader della band “Mao e la Rivoluzione” e per la sua co-conduzione insieme ad Andrea Pezzi del programma televisivo “Kitchen” su MTV.

Sabato 11 settembre

Galleria Civica F. Scroppo, via R. D’Azeglio 10

Ore 15

Gustavo Malan. Il gergo dei canapini di Crissolo

Sono in molti a conoscere l’esperienza partigiana e politica di Gustavo Malan, che aderì alle prime formazioni partigiane della val Pellice, militò nel Partito d’azione e fu uno dei padri della Carta di Chivasso per poi fondare, nel 1952 a Torino, l’Istituto italiano di studi europei. Meno conosciuta è la sua passione per la lingua e la cultura occitane: a presentare il nuovo libro che raccoglie parte della sua tesi di laurea dedicata al patois e basata su dati raccolti negli anni ’40 intervistando alcuni degli ultimi gerganti di Crissolo, saranno i curatori Gianpiero Boschero, Aline Pons e Matteo Rivoira. Introduce Giulio Giordano, ex partigiano e presidente della sezione Anpi Val Pellice.

Ore 17

NARRARE LA STORIA. A 300 anni DALLA MORTE DI HENRI ARNAUD

Una conversazione a più voci tra Davide Rosso, direttore della Fondazione Centro Culturale Valdese e autore di “Henri Arnaud: immagini di un valdese non valdese” (Claudiana, 2021), e Andrea Tridico, autore de “Il Sentiero” (2021), romanzo a fumetti nel quale si alternano le storie di un ragazzo ivoriano giunto oggi in val Pellice e quella dell’esilio dei valdesi nel XVII secolo. Gli autori parlano con Bruna Peyrot, presidente della Fondazione Centro Culturale Valdese, e Massimo Gnone, del festival Una Torre di Libri e della libreria Claudiana di Torre Pellice, di come la storia possa diventare narrazione e trovare nuovi appassionati.

Un evento in collaborazione con la Fondazione Centro Culturale Valdese nell’ambito del ciclo di eventi “Storie per la Storia”.

Domenica 12 settembre

Tempio valdese di Torre Pellice, via Beckwith 4

Ore 15

DACIA MARAINI

Assegnazione della cittadinanza onoraria

Nell’edizione 2021 di Una Torre di Libri il Comune di Torre Pellice assegna la cittadinanza onoraria a una grandissima intellettuale italiana. Non bastano poche righe per riassumere un’esistenza fuori dall’ordinario, fin dalla sua nascita. Antica famiglia siciliana per parte di madre, il padre, Fosco Maraini, è un grande etnologo ed è autore di i libri sul Tibet e sull’Estremo Oriente. Nel corso della sua vita Dacia incontra Alberto Moravia: i due vivranno insieme fino ai primi anni Ottanta. Fondatrice di teatri e riviste, estremamente prolifica, è autrice di numerosissimi romanzi, racconti, opere teatrali, poesie e saggi, tradotti in tutto il mondo. Nel 1990 ha vinto il Premio Campiello con “La lunga vita di Marianna Ucrìa” e nel 1999 il Premio Strega con “Buio”. Tra i suoi ultimi libri, “Corpo felice” (2018) e “Trio” (2020). La conversazione con Dacia Maraina è condotta da Antonella Parigi.

Il festival del Comune di Torre Pellice è organizzato dalla Libreria Claudiana di Torre Pellice e dall’associazione Diversi Sguardi, in stretta collaborazione con diverse realtà del territorio e non. In particolare: Tavola Valdese, Diaconia Valdese, Riforma-L’eco delle Valli valdesi, Radio Beckwith, Claudiana editrice. Il progetto culturale riceve il sostegno dell’Otto per mille della Chiesa Valdese. 


Info e segreteria organizzativa: Libreria Claudiana – Piazza Libertà 7 – TORRE PELLICE (To) 

tel. 012191422 – unatorredilibri@gmail.com

www.facebook.com/UnaTorreDiLibri

Ufficio stampa: 3358212401