Sabato 21 luglio

 

> Parco delle Betulle, via Roberto D’Azeglio, ore 17.30

DUCCIO DEMETRIO – In età adulta: le vie della conoscenza di sé nella crisi degli orizzonti di senso

Fondatore, con Saverio Tutino, della Libera università dell’Autobiografia di Anghiari, da molti anni Duccio Demetrio si occupa di pedagogia sociale, educazione permanente, educazione interculturale ed epistemologia della conoscenza in età adulta.

Le sue ricerche promuovono la scrittura di se stessi, sia per lo sviluppo del pensiero interiore e autoanalitico, sia come pratica filosofica e terapeutica. Già professore ordinario di Filosofia dell’educazione all’Università di Milano Bicocca e di Teorie e pratiche della narrazione, è direttore scientifico della “Accademia del silenzio”. Ha fondato e dirige la rivista Adultità.

Duccio Demetrio dialogherà con Samuele Pigoni.

 

 

In serata, dalle ore 21 Duccio Demetrio condurrà un laboratorio a numero chiuso: “In età adulta: laboratorio di scrittura autobiografica sull’ adultità“. La partecipazione è gratuita, i posti limitati. Per partecipare inviare una email a unatorredilibri@gmail.com oppure rivolgersi presso la Libreria Claudiana, piazza Libertà 7 (tel. 012191422).

 

> Parco delle Betulle, via Roberto D’Azeglio, ore 21,15

CRISTIANO GODANO. Musica & Parole

Una serata musicale con il cantante, chitarrista e autore dei Marlene Kuntz

Un evento straordinario di UNA TORRE DI LIBRI in collaborazione con il festival Borgate dal vivo, per ripercorrere, tra musica, canzoni, suoni e parole, la straordinaria carriera di un vero rocker italiano che con la sua band ha collaborato con i più grandi artisti del mondo della musica.
Cristiano Godano è un artista nato a Fossano il 21 novembre 1966.
Alla fine degli anni ‘80, insieme a Luca Bergia e Riccardo Tesio fonda i Marlene Kuntz: lo stile della band, vicino alle sonorità noise rock ma con una forte connotazione cantautorale, influenzerà in modo decisivo tutte le produzioni indipendenti italiane degli anni ‘90.
Tra i maggiori successi del gruppo, gli album Catartica (1994), Il Vile (1997), Ho ucciso Paranoia (1999), Che cosa vedi (2000, che contiene La Canzone che scrivo per te, scritta e interpretata con Skin degli Skunk Anansie).
Godano, però, non si limita alla musica. Nel gennaio 2008 pubblica per Rizzoli il suo primo libro, una raccolta di racconti intitolata I vivi; dal 2008 è uno dei docenti del Master in Comunicazione musicale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; nel 2009 debutta come attore nel film di Davide Ferrario Tutta colpa di Giuda, di cui è anche autore, con i Marlene Kuntz, della colonna sonora, candidata al David di Donatello 2010.
Nel 2010 riceve la Targa Graffio – Musica da Bere, che ritira nell’ambito dell’omonima manifestazione a Vobarno.
Dal 2012 gestisce un suo blog personale sul portale web de il Fatto Quotidiano.
Nel 2017, i Marlene Kuntz hanno terminato il tour per celebrare il ventennale de IL VILE: nessuna motivazione nostalgica all’origine, ma la consapevolezza e lo stimolo gioioso di poter portare in giro per l’Italia un pezzo importante di storia del rock italiano degli anni novanta rispettato dal pubblico più intransigente, amato da molti che a quel periodo guardano ancora con ammirazione e vagheggiato dai più giovani che non lo hanno vissuto in diretta.

Con Godano interviene Marco Zatterin, vicedirettore de La Stampa.

Questi eventi si terrranno anche in caso di pioggia al Parco delle Betulle.

Bar con vini e birre artigianali nel Parco.