Sabato 14 luglio

 

> Piazza del Municipio, via Repubblica 1, ore 17,30

SIMONETTA AGNELLO HORNBY – Inaugurazione della manifestazione e incontro

Abbiamo conosciuto Simonetta Agnello Hornby diversi anni fa, fu proprio lei a rendere possibile la partecipazione a UNA TORRE DI LIBRI di Andrea Camilleri. La Signora della narrativa italiana è una delle scrittrici che amiamo di più, quindi questo è un ritorno speciale.
Quando si nasce in una famiglia come quella di Simonetta Agnello Hornby, si cresce con la consapevolezza che si è tutti normali, ma diversi, ognuno con le proprie caratteristiche, talvolta un po’ “strane”. E allora con naturalezza “di un cieco si diceva ‘non vede bene’, del claudicante ‘fa fatica a camminare’, dell’obeso ‘è pesante’, dell’invalido ‘gli manca una gamba’, dello sciocco ‘a volte non capisce’, del sordo ‘con lui bisogna parlare ad alta voce’”, senza mai pensare che si trattasse di difetti o menomazioni.
Attraverso una serie di ritratti sapidi e affettuosi, facciamo così la conoscenza di Ninì, sordomuta, della bambinaia Giuliana, zoppa, del padre con una gamba malata, e della pizzuta zia Rosina, cleptomane – quando l’argenteria scompare dalla tavola, i parenti le si avvicinano di soppiatto per sfilarle le posate dalle tasche, piano piano, senza che se ne accorga, perché non si deve imbarazzare…
E poi naturalmente conosciamo George, il figlio maggiore di Simonetta. Non è facile accettare la malattia di un figlio, eppure è possibile, e la chiave di volta risiede proprio in quel “nessuno può volare”: “Come noi non possiamo volare, così George non avrebbe più potuto camminare: questo non gli avrebbe impedito di godersi la vita in altri modi. Nella vita c’è di più del volare, e forse anche del camminare. Lo avremmo trovato, quel di più”.
Nel suo ultimo romanzo, “Nessuno può volare” (Feltrinelli), Simonetta Agnello Hornby ci porta con sé in un viaggio dalla Sicilia ai parchi di Londra, un viaggio che è anche – soprattutto – un volo al di sopra di pregiudizi e luoghi comuni.

Simonetta Agnello Hornby è nata a Palermo nel 1945. Vive dal 1972 a Londra ed è cittadina italiana e britannica. Laureata in giurisprudenza all’Università di Palermo, ha esercitato la professione di avvocato aprendo a Brixton lo studio legale “Hornby&Levy” specializzato in diritto di famiglia e minori. Ha insegnato diritto dei minori nella facoltà di Scienze Sociali dell’Università di Leicester ed è stata per otto anni part-time Presidente dello Special Educational Needs and Disability Tribunal.
La Mennulara, il suo primo romanzo, nel 2002 è stato tradotto in tutto il mondo. Da allora ha pubblicato numerosi libri tra cui La zia Marchesa, BoccamurataVento scompostoLa monaca, Il veleno dell’oleandroVia XX Settembre e Caffè amaro.

 

> Piazza del Municipio, via Repubblica 1, dalle ore 21,15

NEMA PROBLEMA ORKESTAR in concerto per la “mezza notte bianca” di libri!

Fabio Marconi – Chitarra elettrica; Davide Marzagalli – Sax Alto; Simone Maggi – Tromba; Camilla Barbarito – Voce; Andrea Imelio – Basso; Alberto Pederneschi – Batteria e percussioni

Stasera si balla! Nema Problema è una piccola orchestra di 6 elementi con un repertorio variegato, che unisce composizioni originali e musiche tradizionali provenienti dalla cultura balcanica, klezmer, mediorientale, jazz, rock, caraibica, classica… fino al punto di perdere i confini della propria ricerca..

Nell’arco di una carriera più che decennale Nema Problema si è esibita in festival, rassegne, teatri, suonando in tutta Italia e all’estero: Londra, Bruxelles, Belgrado, Ginevra, Istanbul, Berlino, Norimberga, Guča, Nis, Glasgow, Edimburgo, Lisbona, Porto…

Durante il tour europeo 2011 viene doppiamente premiata al 51° Festival di Guča (Serbia), dove si svolge la più importante rassegna di musica balcanica a livello mondiale: terzi classificati alla competizione per orchestre internazionali e insigniti del premio speciale del pubblico!